La mia storia

Laureata in canto, Carmen Margherita Di Giglio ha svolto come soprano un’intensa attività concertistica, teatrale e televisiva in Italia e all’estero (Napoli, Roma, Milano, Parigi, Baden-Baden, Strasburgo, RAI 1, RAI 2, La Cinq), raccogliendo ovunque successi ed entusiastiche accoglienze da parte del pubblico, che l’ha apprezzata per le singolari doti vocali di estensione, agilità e potenza, per la bellezza del timbro personale e luminoso, e per le qualità sceniche di attrice drammatica dall’intensa forza espressiva.

Nel suo percorso musicale ha seguito vari corsi di perfezionamento all’interno di un iter variegato e molteplice, spaziando dalla formazione classica ai metodi più innovativi. Tra i suoi insegnanti annovera i bassi Paolo Montarsolo e Simone Alaimo, i soprani Wilma Vernocchi, Franca Fabbri, Marika Rizzo, Carmen Lucchetti, Thea Carcavallo, Elisabetta Fusco e Vittoria Mazzoni, illustre didatta, depositaria di tutti i segreti del famoso metodo di Rodolfo Celletti, utilizzato dai più grandi cantanti d’opera degli ultimi 40 anni. Si è perfezionata inoltre con i Maestri Walter Ferrari, Mark Hastings, Amedeo Tosa e il direttore d’orchestra Giacomo Zani.

Ha studiato pianoforte e composizione con il compositoreOtello Calbi, frequentando nel contempo i corsi di Lingue e Letterature Straniere presso l’Università Federico II di Napoli, e oggi canta in numerose lingue (francese, inglese, tedesco, russo, spagnolo, norvegese) all’interno di un repertorio che spazia dall’opera alla liederistica, dal canto popolare e moderno alla musica contemporanea, lungo l’intera gamma dei registri vocali, dal soprano di coloratura, al drammatico di agilità, al contralto. (vedi repertorio)

Come attrice teatrale di prosa ha preso parte a diversi lavori teatrali e televisivi (Seneca Tieste, Viviani Varietà Viviani, Lo sguardo degli altri, De Filippo Natale in casa Cupiello, Goldoni La locandiera).

Allieva, per la didattica, di Joseph Ghrima, dal 1991 si è dedicata all’insegnamento del canto lirico e moderno e del solfeggio nei Licei e nelle Accademie Musicali d’Italia, nonché alla preparazione e formazione di gruppi corali e di personaggi dello spettacolo. Nel corso degli anni ha approfondito lo studio e la pratica delle dottrine spirituali, dell’esoterismo e delle discipline olistiche: metafisica, PNL(Programmazione Neuro-Linguistica), fitoterapia e floriterapia di Bach, enneagramma e comunicazione non verbale, che utilizza per aiutare i suoi allievi a superare eventuali blocchi creativi ed espressivi e incrementare l’autostima e lo sviluppo delle capacità vocali e artistiche.

Tra i sedici e i diciotto anni, fra i banchi di scuola, scrive il romanzo Lo scrigno di Ossian, oggi ebook bestseller Amazon (primo posto 2014 nelle categorie Azione e avventura e Miti saghe e leggende) insieme al thriller La contessa di Calle (ebook Bestseller Amazon 2014-2015 in Narrativa storica e Horror). Ha inoltre pubblicato il racconto mistery Sogno di una notte di pieno inverno e il poemetto esoterico La porta alchemica (2012), entrambi illustrati con le immagini di William Blake, e il romanzo Werdenstein, (ebook Bestseller Amazon 2014-2015 in Narrativa storica e miti saghe e leggende), seguito e antefatto de Lo scrigno di Ossian.

Tra il 2014 e il 2016 ha curato l’edizione e la traduzione di diversi classici della motivazione e del self-help: Emmet Fox(La chiave d’oro, La dieta mentale dei 7 giorni), Wallace D. Wattles (La scienza del diventare ricchi), e ha rilanciato l’opera di Florence Scovel Shinn, con la prima traduzione e pubblicazione in lingua italiana dell’inedito Il magico sentiero dell’intuizione e la riedizione de La porta segreta del successo, Il gioco della vita e La tua parola e una bacchetta magica. Ha tradotto dal tedesco Le metamorfosi di Piktor di Hermann Hesse.

Vive a Milano.